Gruppo Archeologico Milanese


da Fragmenta numeroNOVE marzoduemilacinque
ARCHEOLOGIA IN RETE
LA STORIA DI MILANO
di Alberto Rovida

L’utilizzo del canale tecnologico di Internet si sta diffondendo rapidamente nel mondo delle istituzioni e delle associazioni e, sono ormai numerose le comunità che hanno scelto di tramandare ai posteri la propria storia e la propria cultura affidandosi alla nascente tradizione elettronica.
In una comunità vasta e di antiche origini come quella milanese sono moltissimi i cultori della storia cittadina che, accanto agli organismi pubblici e privati, contribuiscono a diffondere in rete una babele di fatti e notizie sulla storia e le tradizioni di Milano; in questo articolo presentiamo alcuni siti, scelti con caratteristiche eterogenee, per fornire un sommario panorama sulla materia. 

Per iniziare diciamo subito di non cercare la storia di Milano sul sito del comune (www.comune.milano.it) che sembra ignorare completamente l’argomento; pur considerando che si tratta di un sito concepito con finalità di servizi e informazioni ai cittadini non avrebbe sicuramente sfigurato una sezione, come, ad esempio, esiste sulla home page del Comune di Firenze, dedicata all’accesso al patrimonio documentale storico, o, almeno, una sezione nell’elenco dei links a siti che trattano l’argomento. In realtà il Comune di Milano si preoccupa di farci conoscere la storia della nostra città ma per farlo occorre richiamare il sito www.turismo.comune.milano.it, che presenta una sezione dedicata all’argomento, suddiviso in periodi a partire dall’epoca romana, dove, sia pure con scintillanti effetti multimediali, non è però dato di sapere molto più di quanto un buon milanese non abbia imparato sui libri di scuola. 

Il sito sicuramente più completo e meglio strutturato sulla storia milanese, si trova all’indirizzo www.storiadimilano.it. Come si apprende dalla home page, si tratta di un sito nato per iniziativa di Maria Grazia Tolfo e Paolo Colussi e un aspetto molto interessante è dato dal fatto che si tratta di un sito “aperto”, ovvero gestito da una redazione alla quale chiunque può fornire contributi e collaborazione. Il sito è diviso in sei sezioni (la città, personaggi, arte, miti e leggende, repertori e cronologia) oltre ai links e ad un calendario degli eventi; questa organizzazione del sito è la più idonea per chi desidera approfondire un argomento specifico anche se, data la vastità della materia trattata l’approfondimento tematico non è assolutamente omogeneo; è, per contro, leggermente difficoltosa una visione organizzata della storia milanese nel suo insieme, ma la percezione complessiva del sito agevolata da una impostazione grafica e da logiche di navigazione gradevoli, è complessivamente molto positiva. è di aiuto, inoltre, la sezione che presenta la cronologia dei fatti storici, suddivisa per periodi temporali fino ai giorni nostri; per dare una idea della profondità della ricerca storica effettuata dai curatori del sito, se selezioniamo, ad esempio, un periodo assai lontano come gli anni dal 1001 al 1050, caratterizzati nella storia milanese dal potere vescovile di Ariberto da Intimiano, troviamo documentati oltre 100 eventi riferibili a quell’epoca. La sezione relativa alla città appare ancora incompleta in quanto viene analizzata in dettaglio solo la storia di alcune aree o monumenti tra cui piazza del Duomo e il Castello Sforzesco, insieme con la storia dei trasporti pubblici milanesi, che, per quanto anch’essa preziosa testimonianza del divenire della città moderna e contemporanea, non è in stretta relazione con gli altri argomenti trattati.
Molto interessante è invece, sempre in questa sezione una lettura delle mappe più conosciute di Milano, dal secolo XIV al secolo XX, attraverso la quale vengono ricostruite la progressiva estensione e l’evoluzione dell’impianto urbano cittadino. La sezione “Repertori” che tratta l’analisi di eventi o periodi specifici risente molto della citata disomogeneità di approfondimento; insieme con la curiosa cronologia sulle streghe milanesi in epoca medievale e anche decisamente post-medievale con roghi di untori e presunte fattucchiere troviamo informazioni storiche sul dominio spagnolo, sulla vita del Manzoni e anche sui bombardamenti subiti da Milano nell’ultimo conflitto mondiale.
Navigando qua e là troviamo inoltre molti interessanti spunti e curiosità, come, ad esempio, le apparizioni di lupi mannari e le stragi di bambini ad opera di veri lupi, che una volta vivevano nelle fitte foreste planiziali che coprivano buona parte dei dintorni cittadini oppure le tuttora ricorrenti ambizioni di fare di Milano un porto di mare con un canale di collegamento al Po, sempre finora soddisfatte a vantaggio di Pavia e Cremona, il tutto citando fatti e personaggi sicuramente poco noti anche tra i milanesi di origine controllata.

Se questo è, a nostro parere, il sito più completo e attendibile sulla storia milanese, vorremmo segnalare altri siti di associazioni che si sono “specializzate” per epoca storica, quasi tutti, a dire il vero, protesi alla riscoperta delle origini celtiche della città: se, ad esempio, andate alla pagina www.celticworld.it/cultura/milano scoprirete il sito della Associazione Culturale Milano Celtica (oppure, se preferite, Celtegh Medhelan) composta, a quanto pare, esclusivamente da autentici “milanes” selezionati, che vorrebbero riscoprire o mantenere in vita cultura e tradizioni celtiche che garantiscono come tuttora presenti e mai sopite. Articoli e contributi di questo e di altri gruppi sono però, in buona parte, scritti in madrelingua indigena col risultato di rendere leggermente ostica la comprensione, non solo ai visitatori forestieri, che probabilmente non rappresentano il pubblico da raggiungere, ma anche ai numerosissimi milanesi adottivi.  

Per concludere questa breve rassegna diciamo inoltre che molte pagine riassuntive della storia di Milano con l’elenco dei principali eventi sono inserite in siti di svariato interesse, soprattutto in siti commerciali che in questo modo si presentano con una patina di interesse culturale; si veda, a titolo di esempio, il sito www.milanometropoli.com che presenta una cronologia storica con un box di approfondimento specifico dedicato alla Lega Lombarda, oppure www.milanoin.it che oltre ad approfondite informazioni per gli appassionati di shopping, Milano by night e Milano gay offre informazioni spicciole sulla storia cittadina.